PARTECIPA AD UNA DELLE MISURE

COMPILANDO LA SCHEDA DI ADESIONE

CLICCA QUI SE SEI TIROCINANTE

CLICCA QUI SE SEI UN’AZIENDA CHE VUOLE ATTIVARE UN TIROCINIO

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Per poter partecipare alle agevolazioni offerte da “Garanzia giovani 2” occorrerà seguire i seguenti passaggi:

1) Registrazione al Portale: puoi registrarti in autonomia compilando il seguente form di registrazione. Dopo la registrazione al portale riceverai una e-mail con le credenziali per l’accesso.

Se sei già iscritto al servizio DIDonline non occorre inviare una nuova registrazione: username e password già in tuo possesso ti consentiranno di accedere alla tua area personale sul portale Garanzia Giovani.

2) Convocazione presso il CPI: dopo l’adesione al Programma Garanzia Giovani, entro 60 giorni sarai contattato dal Centro per l’Impiego da te scelto per concordare un percorso personalizzato di orientamento, e stipulare il tuo Patto di Servizio. L’operatore inoltre ti illustrerà i servizi offerti da soggetti pubblici o privati accreditati per conseguire una qualifica o ottenere un’opportunità di lavoro. Tra gli enti accreditati potrai indicare CNA CATANIA come APL

INFORMAZIONI GENERALI

La Regione Siciliana ha riproposto la misura “Garanzia Giovani 2″ che ha lo scopo di migliorare l’occupazione di tutti quei giovani siciliani che non sono impegnati in un’attività lavorativa, attraverso i tirocini, la formazione mirata all’inserimento lavorativo e l’apprendistato per la qualifica e il diploma. Rispetto al precedente “Garanzia giovani 1” adesso, grazie oltre 200 milioni di euro (124 milioni di euro dal Fondo sociale europeo e 81 milioni di euro dal Pon Iniziativa occupazione giovani) ci sarà la possibilità di allargare, in precise misure come quella della formazione in azienda, la rosa dei destinatari portando l’età massima dai 29 ai 35 anni non compiuti.

LE MISURE IN DETTAGLIO 


Misura 1-C Orientamento specialistico o di secondo livello

La misura ha l’obiettivo di esplorare in maniera approfondita l’esperienza di vita del soggetto, la sua storia formativa e lavorativa per sollecitarne maturazione, pro attività e autonomia nella definizione di un progetto personale e ricerca attiva del lavoro.

Il servizio ha una durata di 4 ore, elevabili ad 8 h per determinati target: soggetti deboli, disoccupati da oltre 12 mesi ai sensi dell’art.19 del D.lgs. 150/2015 e s.m.i. e potrà essere erogato secondo le seguenti modalità:

 

-8 ore per i soggetti con profilazione 3 o 4 (medio alta e alta);

-6 ore con indice di profilazione 2 (medio basso);

-4 ore con indice di profilazione 1 (basso).

 

Misura 3. Accompagnamento al lavoro
La misura è volta a sostenere il giovane nelle fasi di avvio e di ingresso alle esperienze di lavoro.
I servizi di tutorship e di assistenza intensiva sono finalizzati all’inserimento lavorativo del giovane.
Per inserimento lavorativo si intende la sottoscrizione di un solo contratto, con un solo datore di lavoro, entro 6 mesi dall’attivazione del percorso di accompagnamento, della tipologia indicata in tabella all’articolo 10 rendicontazione.

 

Misura 2-C. Assunzione e formazione

L’avvio della misura, in particolare, coincide con il momento della formalizzazione del progetto formativo (PF), che avviene prima dell’assunzione del giovane, ovvero prima della sottoscrizione della CO.

L’avvio dei percorsi formativi post assunzione dovrà avvenire, in ogni caso, entro 120 giorni dalla data di formalizzazione del rapporto di lavoro risultante dalla CO di attivazione del rapporto stesso o precedenti l’avvio dell’attività lavorativa, purché risulti formalizzata l’assunzione.

La partecipazione alle attività formative dovrà avvenire in forma individuale.

 

Il giovane destinatario della misura sarà convocato dal CPI a seguito dell’avvenuto deposito del progetto formativo (PF) da parte del Soggetto Attuatore (SA), per la debita presa visione e la relativa sottoscrizione;

 

A seguito dello svolgimento della superiore attività, il CPI provvederà a convocare il Soggetto Attuatore (SA), onde consegnare la documentazione occorrente per l’avviso del percorso formativo. Formalizzata tale attività, si determinerà il passaggio di “stato” del giovane da quello relativo alla “presa in carico” (A) a quello afferente, per l’appunto, l’“avvio della misura” (T).

 

La durata del percorso formativo è variabile in relazione al percorso formativo intrapreso.

 

Misura 5. Attuazione dei tirocini extracurriculari in Sicilia

La misura è finalizzata all’attivazione di percorsi che prevedono un periodo di formazione a diretto contatto con il mondo del lavoro, al fine di favorire l’inserimento/reinserimento nel mondo del lavoro di giovani disoccupati e/o inoccupati, agevolando le scelte professionali e l’occupabilità dei giovani nel percorso di transizione tra scuola e lavoro.

 

L’attuazione della misura avverrà attraverso le seguenti attività:
▪ Promozione del tirocinio;
▪ Assistenza e accompagnamento nella definizione del progetto formativo (PFI) legato all’attivazione dei percorsi di tirocinio;
▪ Riconoscimento dell’indennità al giovane che partecipa a un percorso di tirocinio;
▪ Validazione/certificazione delle competenze acquisite;
▪ Promozione dell’inserimento occupazionale dei giovani che concludono con successo il percorso.

 

Il tirocinio ha durata 6 mesi ovvero 180 giorni solari. Nel PFI dovrà essere indicato il numero di ore giornaliere e settimanali che il tirocinante sarà tenuto ad osservare, il tetto minimo e massimo di ore settimanali è fissato rispettivamente in 24 e 30 ore. Il monte ore settimanale non potrà comunque essere superiore a quanto previsto nel CCNL adottato dall’azienda ospitante, in riferimento alle attività oggetto del percorso formativo. Nel caso in cui il tirocinio sia svolto da disabili o da persone svantaggiate ai sensi della legge 381/91 la durata massima è estesa a 12 mesi (365 giorni solari).

Il tirocinio dovrà essere avviato entro e non oltre 120 giorni dalla sottoscrizione del patto di servizio indicante la misura 5.

A pena di inammissibilità della spesa relativa al rimborso spettante all’Ente promotore della misura 5, è fatto divieto di attuare per il medesimo destinatario la misura 3 “Accompagnamento al lavoro”, nell’ambito della Garanzia Giovani II fase.

 

A pena di inammissibilità del riconoscimento dell’indennità di tirocinio, il soggetto proponente è tenuto a verificare che il giovane destinatario della Misura 5 non abbia già avuto un rapporto di lavoro, una collaborazione, un incarico (prestazione di servizi) con lo stesso soggetto ospitante, negli ultimi due anni precedenti all’attivazione del tirocinio.

 

Misura 7.1. Avviso per la predisposizione di percorsi formatico/consulenziali e di affiancamento

La misura ha come obiettivo sostenere l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali o percorsi di creazione di impresa e lavoro autonomo, attraverso il finanziamento di interventi formativi, consulenziali e di affiancamento, tra loro integrati, tramite i quali si intende fornire ai giovani le necessarie competenze.

Gli interventi formativi, consulenziali e di affiancamento devono essere integrati in percorsi, che i soggetti attuatori che intendono presentare le loro proposte, si impegnano a predisporre in favore dei destinatari, con l’adesione al presente avviso; la misura si sostanzia nella erogazione di servizi di accompagnamento allo start-up di impresa; la strutturazione didattica dei suddetti percorsi è gestita dai soggetti nel rispetto delle seguenti azioni obbligatorie:

 

a) modulo consulenza e coaching finalizzati allo sviluppo ed alla focalizzazione di un’idea imprenditoriale dal punto di vista tecnico, economico, amministrativo, legale;

 

b) modulo formazione per la redazione del business plan ed assistenza personalizzata per la stesura, con affiancamento specifico in relazione alla tipologia di attività (definizione di dettaglio del prodotto/idea imprenditoriale, acquisizione conoscenze e competenze, definizione del target di riferimento, studi di fattibilità e ricerca di mercato, azioni di marketing territoriale e piani di comunicazione, organizzazione aziendale, budgeting e controllo di gestione, ecc);

 

c) modulo accompagnamento per l’accesso al credito ed alla finanziabilità;

 

d) modulo servizi a sostegno della costituzione di impresa – start-up (informazioni su adempimenti burocratici e amministrativi, scelta della forma giuridica, regime fiscale, supporto sulle normative vigenti nello specifico settore produttivo, supporto alla ricerca di partner tecnologici e produttivi, supporto in materia di proprietà intellettuale, sugli adempimenti necessari alla registrazione della propria impresa alla Camera di Commercio e all’attivazione della partita iva, ecc).

 

Inoltre, il soggetto proponente fornirà il proprio supporto qualora il giovane scelga di presentare l’istanza di partecipazione al Fondo rotativo nazionale SELFIEmployment.

La durata massima di ogni percorso è di 60 ore complessive per ciascun partecipante, sviluppato sia in modalità one to one (percorsi personalizzati), sia in modalità di gruppo costituito al massimo da 3 persone.

Ogni percorso deve prevedere una suddivisione delle ore per ciascun modulo, come di seguito indicato:

 

A) Consulenza (coaching e counseling finalizzati allo sviluppo di un’idea imprenditoriale): 10 ore;

 

B) Formazione per la redazione del business plan (definizione di dettaglio dell’idea imprenditoriale, acquisizione conoscenze e competenze, studi di fattibilità, ricerca di mercato, azioni di tutoring, etc): 30 ore, di cui il 50% da rendersi in modalità individuale (one-to-one) per la definizione del business plan personalizzato;

 

C) Accompagnamento per l’accesso al credito ed alla finanziabilità: 10 ore;

 

D) Servizi a sostegno della costituzione di impresa (informazioni su adempimenti burocratici e amministrativi, supporto alla ricerca di partner tecnologici e produttivi, etc.): 10 ore.

 

 

Operazione cofinanziata dall’UE